��Lm�P�00�e� Q`�`����g�rZ�1��!�?�. 0000010249 00000 n Flessibile e scalabile, soddisfa le nuove esigenze delle aziende, sia nella gestione che nell'esecuzione. Ma funziona meglio per alcune professioni (per esempio la scrittura, la traduzione, la grafica...). Utilizzare il meno tempo possibile per le riunioni e scegliere gli orari che favoriscano la brevità (prima di pranzo o alla fine della giornata). I ricercatori dovrebbero aderire alle pratiche etiche riconosciute e ai principi etici fondamentali applicabili nella o nelle loro discipline, nonché alle norme etiche stabilite dai vari codici etici nazionali, settoriali o istituzionali. Grazie alle lotte sindacali e agli scioperi si conquista l'inquadramento unico.In alcune aziende più avanzate, come la Philips, Volvo e IBM, si introducono esperimenti di riorganizzazione del lavoro che si presentano come un superamento esplicito del taylorismo. (1)  Cfr. Questo ci porta agli anni '70 e alla tendenza socio-tecnica, ispirata alle scienze umane e sociali: perché i lavoratori siano produttivi, devono essere socialmente riconosciuti, il loro ambiente di lavoro deve essere soddisfacente e i loro compiti diversificati. La qualità dell'organizzazione del lavoro può essere misurata in diversi modi, tra cui: Possono essere presi in considerazione anche indicatori più negativi, come l'assenteismo o gli infortuni sul lavoro, il fatturato, ecc. 0000003372 00000 n Il valore di tutte le forme di mobilità dev’essere pienamente riconosciuto nei sistemi di valutazione della carriera e di avanzamento professionale dei ricercatori, affinché questo tipo di esperienza possa contribuire positivamente al loro sviluppo professionale. http://www.enic-naric.net/ per reperire informazioni più dettagliate sulla rete NARIC (National Academic Recognition Information Centres) e la rete ENIC (European Network of Information Centres). In maniera generale è la definizione dei compiti, la loro assegnazione all'equipe, la loro pianificazione e i metodi e i mezzi utilizzati per portarli a termine. La presente raccomandazione parte dal principio che i datori di lavoro o i finanziatori dei ricercatori hanno l’obbligo assoluto di garantire il rispetto dei requisiti della normativa nazionale, regionale o settoriale pertinente. Ma possiamo identificare alcune tendenze interessanti e darvi qualche consiglio. Pertanto, l’importanza degli indicatori bibliometrici deve essere adeguatamente ponderata nell'ambito di un’ampia gamma di criteri di valutazione, considerando le attività di insegnamento e supervisione, il lavoro in équipe, il trasferimento delle conoscenze, la gestione della ricerca, l’innovazione e le attività di sensibilizzazione del pubblico. I ricercatori dovrebbero assicurare che le loro attività di ricerca siano rese note alla società in senso lato, in modo tale che possano essere comprese dai non specialisti, migliorando in questo modo la comprensione delle questioni scientifiche da parte dei cittadini. In particolare, i ricercatori finanziati con fondi pubblici sono responsabili anche dell’utilizzo efficace del denaro dei contribuenti e pertanto dovrebbero aderire ai principi di una gestione finanziaria solida, trasparente ed efficace e cooperare in caso di audit autorizzati sulla loro ricerca, effettuati dai loro datori di lavoro/finanziatori o da comitati etici. 0000001500 00000 n In tal senso la Carta costituisce un quadro di riferimento per ricercatori, datori di lavoro e finanziatori che sono invitati ad agire in modo responsabile e in quanto professionisti nel loro ambiente di lavoro, nonché a considerarsi reciprocamente tali. Le possibilità sono infinite. L’insegnamento è un mezzo essenziale per strutturare e diffondere le conoscenze e dovrebbe pertanto essere considerato un’opzione valida nel percorso professionale dei ricercatori. Pertanto, un grande gruppo storico non ha certamente la stessa visione o politica sull'organizzazione del lavoro di una giovane impresa in fase di avviamento. L’esistenza di prospettive di carriera migliori e più visibili contribuisce anche allo sviluppo di un atteggiamento positivo del pubblico nei confronti della professione di ricercatore, spingendo con ciò più giovani ad abbracciare una carriera nel settore della ricerca. Non avete niente da perdere, tutto da guadagnare! alienazione, reale dequalificazione e perdita della professionalità, laddove le caratteristiche più ricercate nel lavoratore diventano adattabilità e capacità di integrarsi nel ciclo produttivo rispettando i tempi imposti. Andando più a fondo il discorso è più ampio, bisogna includere anche la definizione dell'ambiente di lavoro, le condizioni di lavoro, gli orari dei dipendenti, buone politiche di mobilità interna, ecc, in breve l'organizzazione della vita in azienda. e SEC(2003) 489 del 30.4.2003. All'inizio del XX secolo si parlava di un'organizzazione scientifica del lavoro attraverso il taylorismo di Frederick Taylorism, in primis. H�b```f``�������� Ȁ 6P���I��`cҁ�W� �?ǘ��T. (10)  Cfr. Lo sviluppo tecnologico degli anni ’80-90, con l’introduzione del computer nella gestione della produzione ha fatto sì che l’organizzazione scientifica del lavoro, fino ad allora garantita da una minuziosa gestione spazio-temporale dei semplicissimi compiti degli operai, potesse essere gestita da un sistema informatico che governava le macchine. Basilica Di Santa Sofia Ravenna, Lepanto Dove Si Trova, 26 Marzo Giornata, Acronimo Di Antonio, Dopodomani Rai 3, Ragazzo Morto A Palermo Ieri, Piazza Santa Croce In Gerusalemme 1, " /> ��Lm�P�00�e� Q`�`����g�rZ�1��!�?�. 0000010249 00000 n Flessibile e scalabile, soddisfa le nuove esigenze delle aziende, sia nella gestione che nell'esecuzione. Ma funziona meglio per alcune professioni (per esempio la scrittura, la traduzione, la grafica...). Utilizzare il meno tempo possibile per le riunioni e scegliere gli orari che favoriscano la brevità (prima di pranzo o alla fine della giornata). I ricercatori dovrebbero aderire alle pratiche etiche riconosciute e ai principi etici fondamentali applicabili nella o nelle loro discipline, nonché alle norme etiche stabilite dai vari codici etici nazionali, settoriali o istituzionali. Grazie alle lotte sindacali e agli scioperi si conquista l'inquadramento unico.In alcune aziende più avanzate, come la Philips, Volvo e IBM, si introducono esperimenti di riorganizzazione del lavoro che si presentano come un superamento esplicito del taylorismo. (1)  Cfr. Questo ci porta agli anni '70 e alla tendenza socio-tecnica, ispirata alle scienze umane e sociali: perché i lavoratori siano produttivi, devono essere socialmente riconosciuti, il loro ambiente di lavoro deve essere soddisfacente e i loro compiti diversificati. La qualità dell'organizzazione del lavoro può essere misurata in diversi modi, tra cui: Possono essere presi in considerazione anche indicatori più negativi, come l'assenteismo o gli infortuni sul lavoro, il fatturato, ecc. 0000003372 00000 n Il valore di tutte le forme di mobilità dev’essere pienamente riconosciuto nei sistemi di valutazione della carriera e di avanzamento professionale dei ricercatori, affinché questo tipo di esperienza possa contribuire positivamente al loro sviluppo professionale. http://www.enic-naric.net/ per reperire informazioni più dettagliate sulla rete NARIC (National Academic Recognition Information Centres) e la rete ENIC (European Network of Information Centres). In maniera generale è la definizione dei compiti, la loro assegnazione all'equipe, la loro pianificazione e i metodi e i mezzi utilizzati per portarli a termine. La presente raccomandazione parte dal principio che i datori di lavoro o i finanziatori dei ricercatori hanno l’obbligo assoluto di garantire il rispetto dei requisiti della normativa nazionale, regionale o settoriale pertinente. Ma possiamo identificare alcune tendenze interessanti e darvi qualche consiglio. Pertanto, l’importanza degli indicatori bibliometrici deve essere adeguatamente ponderata nell'ambito di un’ampia gamma di criteri di valutazione, considerando le attività di insegnamento e supervisione, il lavoro in équipe, il trasferimento delle conoscenze, la gestione della ricerca, l’innovazione e le attività di sensibilizzazione del pubblico. I ricercatori dovrebbero assicurare che le loro attività di ricerca siano rese note alla società in senso lato, in modo tale che possano essere comprese dai non specialisti, migliorando in questo modo la comprensione delle questioni scientifiche da parte dei cittadini. In particolare, i ricercatori finanziati con fondi pubblici sono responsabili anche dell’utilizzo efficace del denaro dei contribuenti e pertanto dovrebbero aderire ai principi di una gestione finanziaria solida, trasparente ed efficace e cooperare in caso di audit autorizzati sulla loro ricerca, effettuati dai loro datori di lavoro/finanziatori o da comitati etici. 0000001500 00000 n In tal senso la Carta costituisce un quadro di riferimento per ricercatori, datori di lavoro e finanziatori che sono invitati ad agire in modo responsabile e in quanto professionisti nel loro ambiente di lavoro, nonché a considerarsi reciprocamente tali. Le possibilità sono infinite. L’insegnamento è un mezzo essenziale per strutturare e diffondere le conoscenze e dovrebbe pertanto essere considerato un’opzione valida nel percorso professionale dei ricercatori. Pertanto, un grande gruppo storico non ha certamente la stessa visione o politica sull'organizzazione del lavoro di una giovane impresa in fase di avviamento. L’esistenza di prospettive di carriera migliori e più visibili contribuisce anche allo sviluppo di un atteggiamento positivo del pubblico nei confronti della professione di ricercatore, spingendo con ciò più giovani ad abbracciare una carriera nel settore della ricerca. Non avete niente da perdere, tutto da guadagnare! alienazione, reale dequalificazione e perdita della professionalità, laddove le caratteristiche più ricercate nel lavoratore diventano adattabilità e capacità di integrarsi nel ciclo produttivo rispettando i tempi imposti. Andando più a fondo il discorso è più ampio, bisogna includere anche la definizione dell'ambiente di lavoro, le condizioni di lavoro, gli orari dei dipendenti, buone politiche di mobilità interna, ecc, in breve l'organizzazione della vita in azienda. e SEC(2003) 489 del 30.4.2003. All'inizio del XX secolo si parlava di un'organizzazione scientifica del lavoro attraverso il taylorismo di Frederick Taylorism, in primis. H�b```f``�������� Ȁ 6P���I��`cҁ�W� �?ǘ��T. (10)  Cfr. Lo sviluppo tecnologico degli anni ’80-90, con l’introduzione del computer nella gestione della produzione ha fatto sì che l’organizzazione scientifica del lavoro, fino ad allora garantita da una minuziosa gestione spazio-temporale dei semplicissimi compiti degli operai, potesse essere gestita da un sistema informatico che governava le macchine. Basilica Di Santa Sofia Ravenna, Lepanto Dove Si Trova, 26 Marzo Giornata, Acronimo Di Antonio, Dopodomani Rai 3, Ragazzo Morto A Palermo Ieri, Piazza Santa Croce In Gerusalemme 1, " />

organizzazione del lavoro nello sviluppo industriale

Share via:

Al centro di questa tendenza è il miglioramento del lavoro attraverso l'analisi dei processi, ma anche una divisione del lavoro sia orizzontale (compito per compito in base alle competenze) che verticale (gerarchia molto marcata). Qualora i ricercatori beneficino di uno status e di diritti più favorevoli, per alcuni aspetti, di quelli previsti dalla presente Carta, le disposizioni di quest’ultima non debbono essere invocate per modificare in senso sfavorevole lo status e i diritti già acquisiti. Gli Stati membri s’impegnino a garantire che i ricercatori beneficino di un’adeguata copertura sociale in funzione del loro status giuridico. Seguono l'emergere di strutture cooperative e la valorizzazione del gruppo come entità. Ciò comprende qualsiasi attività nel campo della «ricerca di base», della «ricerca strategica», della «ricerca applicata», dello sviluppo sperimentale e del «trasferimento delle conoscenze», ivi comprese l’innovazione e le attività di consulenza, supervisione e insegnamento, la gestione delle conoscenze e dei diritti di proprietà intellettuale, la valorizzazione dei risultati della ricerca o il giornalismo scientifico. E’ pertanto necessario creare gli strumenti amministrativi che consentano la «trasferibilità» dei diritti in materia di previdenza sociale e retribuzioni, conformemente alla legislazione nazionale. L'esigenza di convalidare le nuove osservazioni dimostrando che gli esperimenti sono riproducibili non dovrebbe essere considerato plagio, a condizione che i dati da convalidare siano espressamente menzionati. Nonostante i considerevoli sforzi degli Stati membri per superare gli ostacoli amministrativi e giuridici che si frappongono alla mobilità geografica ed intersettoriale, molti di questi ostacoli persistono. Stabiliscono un quadro, una base normativa. Facilita la creazione di una rete di conoscenze e permette di non sentirsi isolati, di beneficiare dell'esperienza di altri professionisti, di scoprire nuovi strumenti e altri modi di lavorare. Quali sono i fattori di stress? Ai lavori più monotoni e dequalificanti furono assegnate le donne, considerate pazienti, docili e quindi remissive; agli uomini, invece, sono riservati i lavori fisicamente più debilitanti o più professionali. I punti di blocco? Il modo in cui l'azienda organizza il proprio lavoro ha un impatto sul suo sviluppo, la sua sostenibilità e la sua immagine. Da: 01.40.00 A: 03.14.21 Varie di manifestazioni del '68 alternate ad immagini di lavoro in fabbrica metalmeccanica Da: 03.15.00 Panoramica fabbrica di abbigliamento; stireria Da: 03.23.10 Uomini che stirano Da: 04.07.06 Tre inq di uomini che tagliano la stoffa Da: 04.17.00 Varie di donne che cuciono: alla macchina da cucire, particolari mani, primi piani 0000011851 00000 n Gli Stati membri considerino questi principi generali e requisiti come parte integrante dei meccanismi istituzionali di garanzia della qualità, vedendoli come un mezzo per fissare criteri di finanziamento per i sistemi di finanziamento nazionali e regionali, e, allo stesso tempo, adottandoli per le procedure di audit, monitoraggio e valutazione degli organismi pubblici. L'organizzazione del lavoro non è solo una questione di tempo, ma anche di spazio. I ricercatori dovrebbero orientare le loro attività di ricerca al bene dell’umanità e all’ampliamento delle frontiere della conoscenza scientifica, pur godendo della libertà di pensiero ed espressione, nonché della libertà di stabilire i metodi per risolvere problemi, secondo le pratiche e i principi etici riconosciuti. I datori di lavoro e/o i finanziatori dei ricercatori dovrebbero adottare per tutti i ricercatori, ivi compresi i ricercatori di comprovata esperienza, dei sistemi di valutazione che consentano ad un comitato indipendente (e, nel caso dei ricercatori di comprovata esperienza, un comitato preferibilmente internazionale) di valutare periodicamente e in modo trasparente le loro prestazioni professionali. 0000011028 00000 n 5 Must per l’ergonomia sul posto di lavoro, 6 competenze di cui avete bisogno per essere i migliori Marketing Project Manager, I 5 errori tipici del Project Management e come evitarli. L'epoca della catena di montaggio è finita! Dovrebbero informarsi e acquisire una buona conoscenza delle regole, procedure e norme che disciplinano il riconoscimento di tali qualifiche ed esaminare la normativa nazionale vigente, le convenzioni e le regole specifiche relative al riconoscimento, attraverso tutti i canali disponibili (11). 0000009611 00000 n ... per la conversione del calore in lavoro, che misero a disposizione dell'uomo una nuova e ... come il sistema artigianale, anche questa forma di organizzazione industriale era basata sul decentramento della produzione, ma il singolo lavorante aveva perso la propria Descrizione delle immagini: Sequenze. Per questo motivo la gestione delle risorse umane è fondamentale per la gestione di un'azienda e della sua organizzazione. Tuttavia, gli impegni legati all’insegnamento non dovrebbero essere eccessivi e non dovrebbero impedire ai ricercatori, soprattutto nella fase iniziale della loro carriera, di svolgere attività di ricerca. Gli Stati membri s’impegnino a recepire questi principi generali e requisiti rientranti nel loro ambito di competenza, nel quadro normativo e regolamentare nazionale o nei principi e orientamenti settoriali e/o istituzionali (carte e/o codici per i ricercatori). Pensate semplicemente a quanto tempo un direttore risorse umane passa a inseguire i collaboratori per ogni firma. Tutti i ricercatori che hanno abbracciato la carriera di ricercatore devono essere riconosciuti come professionisti ed essere trattati di conseguenza. All'inizio del XX secolo si parlava di un'organizzazione scientifica del lavoro attraverso il taylorismo di Frederick Taylorism, in primis. Oggi, la flessibilità di un'azienda si basa molto su un'organizzazione che apprende (approccio lean): adatta le sue operazioni grazie alle informazioni raccolte, in particolare ai feedback dei suoi dipendenti altamente coinvolti, e ad una visione sociale delle nuove pratiche nel mondo del lavoro. A volte, con un investimento minimo nello strumento giusto, adattato alle esigenze e al tipo di attività, il tempo e quindi il denaro risparmiato è innegabile. 0000001912 00000 n 0000006301 00000 n Di conseguenza i ricercatori sono descritti come, «Professionisti impegnati nella concezione o nella creazione di nuove conoscenze, prodotti, processi, metodi e sistemi nuovi e nella gestione dei progetti interessati». Egli invoca "l'importanza del clima psicologico sul comportamento dei lavoratori". 0000006954 00000 n e di pubblicare i loro risultati in modo autonomo dai loro supervisori. A livello di dipendenti, si tratta anche, in una certa misura, di conciliare lavoro e vita privata. Il termine «finanziatori» si riferisce a tutti gli enti (16) che erogano un finanziamento (ivi compresi stipendi, premi, sovvenzioni e borse) agli istituti di ricerca pubblici e privati, inclusi gli istituti d’insegnamento superiore. La sfida per il datore di lavoro, oltre ad aumentare la produttività dei suoi team? Quando ce n'è uno, è al centro dell'attuazione della politica di organizzazione del lavoro. Nella presente raccomandazione, viene utilizzata la definizione di ricerca (12) tratta dal manuale di Frascati accettata a livello internazionale. I ricercatori dovrebbero impegnarsi a garantire che i loro lavori siano utili per la società e non riproducano ricerche già effettuate altrove. La tendenza è la decompartimentazione. Lo sviluppo di una politica coerente per la carriera e la mobilità dei ricercatori (5) che vengono nell’Unione europea o la lasciano dovrebbe essere considerato tenendo conto della situazione nei paesi in via di sviluppo e nelle regioni dentro e fuori l’Europa, affinché lo sviluppo delle capacità di ricerca dell’Unione europea non avvenga a scapito dei paesi e delle regioni meno sviluppate. Ciò significa che il merito dovrebbe essere valutato sul piano qualitativo e quantitativo, ponendo l’accento sui risultati eccezionali ottenuti in un percorso personale diversificato e non esclusivamente sul numero di pubblicazioni. I ricercatori dovrebbero, tuttavia, riconoscere i limiti di tale libertà che potrebbero derivare da circostanze particolari di ricerca (compresi la supervisione, l’orientamento e la gestione) o da vincoli operativi, ad esempio per motivi di bilancio o di infrastruttura o, soprattutto nel settore industriale, per motivi di tutela della proprietà intellettuale. Mantenere i propri dipendenti, attrarre talenti e mobilitarli completamente intorno ai suoi obiettivi. Partecipazione agli organismi decisionali. 0000004634 00000 n 0000005394 00000 n Ci sono molte pratiche. C'è una doppia dimensione da tenere in considerazione: per l'azienda si tratta di conciliare la performance individuale e collettiva. Le conseguenze che derivano dalla suddivisione delle operazioni sono, Da: 01.40.00 A: 03.14.21. I datori di lavoro e/o i finanziatori dovrebbero garantire che in tutte le fasi della loro carriera, indipendentemente dalla loro situazione contrattuale, vengano offerti ai ricercatori servizi di orientamento professionale e di assistenza nella ricerca di un lavoro, sia negli istituti interessati sia mediante la collaborazione con altre strutture. Il software che vi prendiamo come esempio è Salesforce Sales Cloud, uno dei CRM più conosciuti che permette di mettere insieme funzionalità adatte all'equipe commerciale, gestione social e CRM. Ciò significa anche conservare traccia dei progressi del lavoro svolto e degli esiti delle ricerche, e ricevere un feedback sotto forma di relazioni e seminari, tenendo conto di tale feedback e lavorando secondo le scadenze, le tappe, le consegne e i risultati della ricerca convenuti. Lascia per primo una recensione, Effettua il login o registrati per lasciare una recensione, Skuola.net News è una testata giornalistica iscritta al (17)  Programma quadro di ricerca, sviluppo tecnologico e attività di dimostrazione. Backup incrementale, perchè sceglierlo al differenziale? Il telelavoro sta emergendo come una nuova forma di organizzazione con molti meriti perchè consente ai dipendenti di: Il telelavoro è ideale nei periodi che richiedono una forte necessità di concentrazione, soprattutto per chi lavora in spazi aperti. Appunto schematico sulla seconda guerra mondiale descrivendola come guerra totale ed estenuante e parlando del conflitto... Appunto di storia per le medie contenente il riassunto sintetico della prima e seconda guerra macedone, Non ci sono recensioni. I ricercatori dovrebbero conoscere gli obiettivi strategici che regolano il loro ambiente di ricerca, nonché i meccanismi di finanziamento e dovrebbero chiedere tutte le autorizzazioni necessarie prima di avviare le loro attività di ricerca o di accedere alle risorse fornite. gestione del tempo: festività, orari, presenze, ecc. Andando più a fondo il discorso è più ampio, bisogna includere anche la definizione dell'ambiente di lavoro, le condizioni di lavoro, gli orari dei dipendenti, buone politiche di mobilità interna, ecc, in breve l'organizzazione della vita in azienda. Codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori. 0000010227 00000 n Acquistano o si abbonano a prodotti o servizi messi a disposizione dei dipendenti (diari, software, forniture varie). Il Consiglio europeo di Lisbona ha fissato per la Comunità l’obiettivo di diventare l’economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo entro il 2010. 0000011006 00000 n I ricercatori, durante la loro fase di formazione, dovrebbero stabilire rapporti regolari e strutturati con i loro supervisori e rappresentanti di facoltà/dipartimento in modo da trarre il massimo beneficio da tale relazione. This document is an excerpt from the EUR-Lex website, Commission Recommendation of 11 March 2005 on the European Charter for Researchers and on a Code of Conduct for the Recruitment of Researchers (Text with EEA relevance), Raccomandazione della Commissione dell’11 marzo 2005 riguardante la Carta europea dei ricercatori e un codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori (Testo rilevante ai fini del SEE), OJ L 75, 22.3.2005, p. 67–77 (ES, CS, DA, DE, ET, EL, EN, FR, IT, LV, LT, HU, NL, PL, PT, SK, SL, FI, SV), ELI: http://data.europa.eu/eli/reco/2005/251/oj, riguardante la Carta europea dei ricercatori e un codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori. Se siete freelance, considerate il coworking. I compiti secondari sono semplicemente rinviati, a volte diventano addirittura inutili. Nell’ambito di tale contesto, occorrerebbe prestare particolare attenzione alla trasferibilità dei diritti pensionistici, di base o integrativi, per i ricercatori che si spostano all’interno dei settori privato e pubblico dello stesso paese e anche per quelli che cambiano paese nell’Unione europea. Infine, è ovvio che ogni dipendente, che faccia o meno parte di un team, è responsabile della gestione dei propri compiti e del proprio tempo secondo gli obiettivi comuni e definiti. 0000007635 00000 n la definizione di cui alla sezione 3. (14)  Cfr. Gli Stati membri — nell’elaborare e adottare le loro strategie e i loro sistemi per lo sviluppo di carriere sostenibili per i ricercatori — tengano adeguatamente conto e s’ispirino ai principi generali e alle prescrizioni contenuti nella Carta europea dei ricercatori e nel codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori di cui in allegato. I finanziatori o i datori di lavoro dei ricercatori dovrebbero, nel loro ruolo di «reclutatori», assumersi la responsabilità di offrire ai ricercatori procedure di selezione ed assunzione aperte, trasparenti e comparabili a livello internazionale. 0000001522 00000 n Si dovrebbero introdurre ed attuare nuovi strumenti per lo sviluppo della carriera dei ricercatori, contribuendo in questo modo al miglioramento delle prospettive di carriera per i ricercatori in Europa. 0000001754 00000 n Tutti i ricercatori dovrebbero accertarsi, conformemente alle prescrizioni contrattuali, che i risultati delle loro ricerche siano diffusi e valorizzati, ossia comunicati, trasferiti in altri contesti di ricerca o, se del caso, commercializzati. Nel 1971, all'Olivetti, nascono le isole che determinano una certa mobilità orizzontale.Il documento contiene un'intervista a Tiziano TreuArchivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democraticohttps://www.aamod.it facebook • https://facebook.com/archivioaamodinstagram • https://instagram.com/archivioaamodtwitter • https://twitter.com/archivioaamod L’obiettivo politico finale della presente raccomandazione è contribuire allo sviluppo di un mercato europeo del lavoro attrattivo, aperto e sostenibile per i ricercatori, in cui le condizioni di base consentano di assumere e trattenere ricercatori di elevata qualità in ambienti veramente favorevoli alle prestazioni e alla produttività. Eventuali esperienze di mobilità, ossia un soggiorno in un paese o regione diversi o in un altro istituto di ricerca (pubblico o privato), o un cambiamento di disciplina o settore, sia nell'ambito della formazione iniziale che in una fase ulteriore della carriera, o ancora un’esperienza di mobilità virtuale, dovrebbero essere considerate contributi preziosi allo sviluppo professionale del ricercatore. Più specificatamente, la presente raccomandazione riguarda le persone che svolgono attività professionali nella R & S, in qualsiasi fase della carriera (13), e indipendentemente dalla loro classificazione. Poi l'estensione dei compiti affidati e l'empowerment dei lavoratori: più libertà e fiducia, e quindi meno controllo da parte di un'autorità. SEC(2005) 260, Donne e Scienza: eccellenza e innovazione — uguaglianza di genere nella scienza. I ricercatori dovrebbero garantire che, nel caso di delega di un elemento qualsiasi del loro lavoro, la persona delegata abbia la competenza necessaria. 0000070029 00000 n I datori di lavoro e/o i finanziatori dei ricercatori dovrebbero garantire che i ricercatori in tutte le fasi della loro carriera, indipendentemente dalla situazione contrattuale, abbiano la possibilità di progredire professionalmente e migliorare la loro occupabilità, mediante l’accesso a misure per lo sviluppo continuo delle competenze e delle conoscenze. Per garantire un trattamento equo, i comitati di selezione e valutazione dovrebbero vantare un adeguato equilibrio di genere. come stabilito dai termini del contratto o del documento equivalente. La Carta è destinata a tutti i ricercatori dell’Unione europea in tutte le fasi della loro carriera e disciplina tutti i campi di ricerca nel settore pubblico e privato, indipendentemente dal tipo di nomina o di occupazione (2), dalla natura giuridica del datore di lavoro o dal tipo di organizzazione o istituto nei quali viene svolto il lavoro. In maniera generale è la definizione dei compiti, la loro assegnazione all'equipe, la loro pianificazione e i metodi e i mezzi utilizzati per portarli a termine. 0000003613 00000 n Il codice di condotta per l’assunzione dei ricercatori consiste in un insieme di principi generali e prescrizioni che dovrebbero esser applicati dai datori di lavoro e/o dai finanziatori quando nominano o assumono dei ricercatori. I criteri di misurazione dell’applicazione siano stabiliti e concordati con gli Stati membri nell'ambito dei lavori svolti dal gruppo di pilotaggio «Risorse umane e mobilità». Lungi dall'essere una perdita di tempo, danno spazio al cervello per digerire ciò che ha appena letto, per imparare, per allontanarsi dal lavoro che ha appena fatto, per rendersi conto un potenziale errore, o  semplicemente..... per fare una pausa, per divertirsi qualche momento e affrontare meglio il resto. Appunto di storia che descrive la seconda rivoluzione industriale che si svolse tra il 1870 e il 1945. Gli Stati membri sono invitati ad informare la Commissione, nella misura del possibile, entro il 15 dicembre 2005 e in seguito ogni anno, su eventuali misure adottate sulla base della presente raccomandazione e sui primi risultati derivanti dalla sua applicazione, nonché a fornire esempi di buone pratiche. I datori di lavori e/o i finanziatori dovrebbero garantire che le condizioni di lavoro dei ricercatori, ivi compresi i ricercatori disabili, prevedano, se del caso, la flessibilità ritenuta necessaria per l’adeguato svolgimento delle attività di ricerca, conformemente alla legislazione nazionale vigente e ai contratti collettivi nazionali o settoriali. Oltre alla perdita di tempo, c'è il numero di persone invitate che non hanno motivo di esserci e altri che vi trascorrono la loro vita, e questo porta a risultati a volte inconcludenti. Dovrebbero inoltre garantire l’osservanza dei regolamenti nazionali o settoriali in materia di sanità e sicurezza. Dovrebbero offrire condizioni di lavoro che consentano sia alle donne sia agli uomini di conciliare famiglia e lavoro, figli e carriera (4). Le interruzioni di carriera o le variazioni nell’ordine cronologico del curriculum vitae non dovrebbero essere penalizzate, ma considerate come un contributo potenzialmente valido allo sviluppo professionale dei ricercatori lungo un percorso professionale multidimensionale. :�)X|����`Ĵ�XEP �JP�� �_b�`�b\�p��6�_�+L��000�q9�N�2��6@|���э���25�����f>��Lm�P�00�e� Q`�`����g�rZ�1��!�?�. 0000010249 00000 n Flessibile e scalabile, soddisfa le nuove esigenze delle aziende, sia nella gestione che nell'esecuzione. Ma funziona meglio per alcune professioni (per esempio la scrittura, la traduzione, la grafica...). Utilizzare il meno tempo possibile per le riunioni e scegliere gli orari che favoriscano la brevità (prima di pranzo o alla fine della giornata). I ricercatori dovrebbero aderire alle pratiche etiche riconosciute e ai principi etici fondamentali applicabili nella o nelle loro discipline, nonché alle norme etiche stabilite dai vari codici etici nazionali, settoriali o istituzionali. Grazie alle lotte sindacali e agli scioperi si conquista l'inquadramento unico.In alcune aziende più avanzate, come la Philips, Volvo e IBM, si introducono esperimenti di riorganizzazione del lavoro che si presentano come un superamento esplicito del taylorismo. (1)  Cfr. Questo ci porta agli anni '70 e alla tendenza socio-tecnica, ispirata alle scienze umane e sociali: perché i lavoratori siano produttivi, devono essere socialmente riconosciuti, il loro ambiente di lavoro deve essere soddisfacente e i loro compiti diversificati. La qualità dell'organizzazione del lavoro può essere misurata in diversi modi, tra cui: Possono essere presi in considerazione anche indicatori più negativi, come l'assenteismo o gli infortuni sul lavoro, il fatturato, ecc. 0000003372 00000 n Il valore di tutte le forme di mobilità dev’essere pienamente riconosciuto nei sistemi di valutazione della carriera e di avanzamento professionale dei ricercatori, affinché questo tipo di esperienza possa contribuire positivamente al loro sviluppo professionale. http://www.enic-naric.net/ per reperire informazioni più dettagliate sulla rete NARIC (National Academic Recognition Information Centres) e la rete ENIC (European Network of Information Centres). In maniera generale è la definizione dei compiti, la loro assegnazione all'equipe, la loro pianificazione e i metodi e i mezzi utilizzati per portarli a termine. La presente raccomandazione parte dal principio che i datori di lavoro o i finanziatori dei ricercatori hanno l’obbligo assoluto di garantire il rispetto dei requisiti della normativa nazionale, regionale o settoriale pertinente. Ma possiamo identificare alcune tendenze interessanti e darvi qualche consiglio. Pertanto, l’importanza degli indicatori bibliometrici deve essere adeguatamente ponderata nell'ambito di un’ampia gamma di criteri di valutazione, considerando le attività di insegnamento e supervisione, il lavoro in équipe, il trasferimento delle conoscenze, la gestione della ricerca, l’innovazione e le attività di sensibilizzazione del pubblico. I ricercatori dovrebbero assicurare che le loro attività di ricerca siano rese note alla società in senso lato, in modo tale che possano essere comprese dai non specialisti, migliorando in questo modo la comprensione delle questioni scientifiche da parte dei cittadini. In particolare, i ricercatori finanziati con fondi pubblici sono responsabili anche dell’utilizzo efficace del denaro dei contribuenti e pertanto dovrebbero aderire ai principi di una gestione finanziaria solida, trasparente ed efficace e cooperare in caso di audit autorizzati sulla loro ricerca, effettuati dai loro datori di lavoro/finanziatori o da comitati etici. 0000001500 00000 n In tal senso la Carta costituisce un quadro di riferimento per ricercatori, datori di lavoro e finanziatori che sono invitati ad agire in modo responsabile e in quanto professionisti nel loro ambiente di lavoro, nonché a considerarsi reciprocamente tali. Le possibilità sono infinite. L’insegnamento è un mezzo essenziale per strutturare e diffondere le conoscenze e dovrebbe pertanto essere considerato un’opzione valida nel percorso professionale dei ricercatori. Pertanto, un grande gruppo storico non ha certamente la stessa visione o politica sull'organizzazione del lavoro di una giovane impresa in fase di avviamento. L’esistenza di prospettive di carriera migliori e più visibili contribuisce anche allo sviluppo di un atteggiamento positivo del pubblico nei confronti della professione di ricercatore, spingendo con ciò più giovani ad abbracciare una carriera nel settore della ricerca. Non avete niente da perdere, tutto da guadagnare! alienazione, reale dequalificazione e perdita della professionalità, laddove le caratteristiche più ricercate nel lavoratore diventano adattabilità e capacità di integrarsi nel ciclo produttivo rispettando i tempi imposti. Andando più a fondo il discorso è più ampio, bisogna includere anche la definizione dell'ambiente di lavoro, le condizioni di lavoro, gli orari dei dipendenti, buone politiche di mobilità interna, ecc, in breve l'organizzazione della vita in azienda. e SEC(2003) 489 del 30.4.2003. All'inizio del XX secolo si parlava di un'organizzazione scientifica del lavoro attraverso il taylorismo di Frederick Taylorism, in primis. H�b```f``�������� Ȁ 6P���I��`cҁ�W� �?ǘ��T. (10)  Cfr. Lo sviluppo tecnologico degli anni ’80-90, con l’introduzione del computer nella gestione della produzione ha fatto sì che l’organizzazione scientifica del lavoro, fino ad allora garantita da una minuziosa gestione spazio-temporale dei semplicissimi compiti degli operai, potesse essere gestita da un sistema informatico che governava le macchine.

Basilica Di Santa Sofia Ravenna, Lepanto Dove Si Trova, 26 Marzo Giornata, Acronimo Di Antonio, Dopodomani Rai 3, Ragazzo Morto A Palermo Ieri, Piazza Santa Croce In Gerusalemme 1,

Leave a Comment

Raffael s.r.l. © 2018 | P.IVA 02611660644 | Made by Badil